APS Brivio

Redecesio

1° prova Campionato Sociale 2019

 

 

Redecesio, Domenica 01 Settembre 2019.  Lago Tranvieri di Milano, sponda alberata.

Sicuramente una delle tante gare svoltesi su questo lago dove il pescato è stato abbondante per tutti. Condizioni meteo e del lago perfette hanno fatto si che le tre ore di gara siano trascorse in modo impeccabile. L'anno scorso il lago è stato oggetto di un importante opera di ristrutturazione da parte dell'ATM di Milano e i risultati sono stati evidenti. La sponda rivolta a Nord rifatta completamente e messa in sicurezza con massi di roccia calcara, mentre nuova di zecca la sponda rivolta ad Ovest, quella che corre parallela alle palazzine di via Abruzzi per intenderci, dove è stato realizzato il nuovo campo gara dedicato alla pesca del bianco, dove i pesci predominanti sono carassi e scardole. 

       

Come da tradizione abbiamo optato per la sponda a Nord e dopo il sorteggio alle 8:45 il via. Tutto sommato ne è uscita una gara divertente, dove tutti hanno allamato dei bei pesci. La pesca più redditizia si è rivelata essere quella a galla, visto che gli esemplari più grossi di carpe si sono allamati pescando con questa tecnica. Assenti per questa gara Flavio, Massimo e Stefano Mazzoleni di Gera che speriamo siano dei nostri nelle prossime due gare rimanenti.

NEL 1° SETTORE ottima prestazione per Ivano che ha avuto la meglio su tutti piazzandosi al primo posto con 24100gr di carpe. Per lui numerosi gli esemplari con peso superiore in 3kg, che alla fine hanno fatto la differenza. Al secondo posto si è piazzato Luigi, che quest'anno si sta dimostrando un osso duro un pò per tutti visto che con questo bel risultato si piazza al 5° posto nella classifica provvisoria del campionato. A fine gara mette in nassa ben 17900gr di carpe e qualche pesce gatto. Terza piazza per Secondo che con questo bel terzo posto si mantiene in testa alla classifica con 13 penalità. Per lui a fine gara l'ago della bilancia si è fermato a ben 13880gr di pescato. Inossidabile !

                   

Quarto classificato Alessandro che finalmente piazza una bella zampata. Peccato per le tre assenze avute  nelle gare precedenti altrimenti l'avremmo trovato molto più in alto in classifica. Anche per lui alcune carpe di taglia che alla pesa fanno segnare 11100gr. Quinto Fabio con 9940gr. Il nostro Socio per l'occasione ha testato la nuova canna fissa modello LAKESIDE-1 debitamente privata del cimino e montata con l'elastico del 2.0. Test superato con successo visto che a fine gara sul viso di Fabio si leggeva piena soddisfazione per l'attrezzo utilizzato. Attrezzo comprato appositamente per la gara a Redecesio che ha fine gara ha messo in naftalina per riproporlo l'anno prossimo con ancora più determinazione.

                   

Lascia un pò sorpresi il sesto posto di Sergio che della pesca in laghetto fa il suo punto di forza. Per lui solo 7650gr di carpe, pescato che non è bastato per poter ambire alle posizioni che contano. Al settimo posto Stefano Mazzoleni di Brivio, che ha fine gara ha fatto segnare pochi pesci. Si rifarà sicuramente nella prossima prova che si svolgerà a Trezzo, visto che è uno dei campi gara dove ha sempre fatto bene. Lo aspettiamo fiduciosi.

NEL 2° SETTORE è Pietro ad aggiudicarsi il primo di settore con 29160gr di carpe messe in nassa pescando a galla per tutta la sessione di gara. Peso del pescato che lo porta ad aggiudicarsi anche l'assoluto. Con questo bel podio si riporta in vetta alla classifica temporanea con 13 penalità, vetta condivisa con l'amico Secondo. Saranno decisive le due gare sul fiume Adda per vedere se i due riusciranno a difendere il primato o saranno i diretti inseguitori ad avere la meglio su di loro. Secondo Giovanni con 26900gr. Anche per lui gara impostata sulla pesca della carpa a galla. E' da anni che la gara di Redecesio è appannaggio di Giovanni visto i numerosi primi di settore e assoluti portati a casa nelle ultime edizioni, ma quest'anno l'agguerrita concorrenza dei rivali ha fatto si che il salame dovrà comprarlo alla LIDL.

                   

Ottima prestazione per Gianmario, che essendo a spalla di Giovanni si è difeso egregiamente mettendo a segno un bel colpo da 20690gr di pescato staccato di 6210gr dal secondo. Per lui dobbiamo segnalare la rottura di un elemento della ruba avvenuto a metà gara causa enorme carpa allamata. Sfortunato, si rifarà alla prossima. Quarta piazza per Maurizio che per tutta la gara ha cercato di mantenere il ritmo dei primi chiudendo la sua prova con 12370gr. Per lui non ha pagato ne la pesca a galla ne la pesca sul fondo. Si rifarà sicuramente nelle prossime gare sul fiume, elemento a lui più consono. Chiude al quinto posto Alvaro che ha allamato per tutte le tre ore di gara dei bei pesci ma alla fine nella nassa ne sono finiti solo alcuni per un totale di 8540gr. Anche lui le ha provate tutte, ma dopo accurata disamina tecnico/alchemica portata avanti con Pietro durante la prima metà di gara si è arrivati alla conclusione che l'errore più grosso è stato probabilmente incominciare la gara utilizzando la NUOVA roubaisienne da 10mt avuta per vie traverse da un suo carissimo amico è socio di pesca, canna mai usata che fino a metà gara gli ha portato in nassa solo un pescetto di piccola taglia. La prova che ha avvalorato tale tesi si è avuta quando Alvaro a metà gara ha posato la 10mt e ha preso la sua storica ruba da 13mt. Da li in poi ho incominciato a catturare a buon ritmo, ma ormai il dado era tratto. Alva, un consiglio...mai lasciare la strada vecchia per la nuova. 

                   

Subito alle spalle di Alvaro, Aleandro che con 7900gr sfiora la quinta posizione e si piazza sesto. Anche per lui molti i pesci allamati ma pochi messi in nassa. E dire che ha fatto tre ore di gara pescando bene con buona concentrazione è solo la sfortuna non gli ha permesso di andare oltre il sesto posto. Chiudono ultimi di settore a pari merito, Stefano Previtali e Giorgio. Li ritroveremo sicuramente belli agguerriti e decisi a fare bene nelle ultime due prove del campionato. 

A chiusura della bella mattinata di pesca fra AMICI il consueto aperitivo e le premiazioni dei piazzati sul podio. 

Alla prossima.

Pietro Alessandri